TUTTI I PRODOTTI STYLOPHONE

STYLOPHONE

Lo Stylophone GEN X-1 è l’ultimo sintetizzatore analogico portatile della Dubreq. Ha lo stesso “stilo” e la stessa tastiera metallica a sfioro dell’originale strumento di culto originale Stylophone  degli anni ‘60, ma tutta una serie di funzionalità aggiuntive che ne espandono le potenzialità e lo rendono ancora più divertente e sfruttabile.

Oscillatore a bassa frequenza (LFO) con onde quadre e triangolari, un filtro passa-basso (cutoff/resonance), un controllo dell’inviluppo (attack/decay), lo switch per aggiungere una nota di 1 o 2 ottave più bassa, Delay e Pulse Width Modulation!

Inoltre ha una speciale tastiera a “striscia” azionabile con le dita per passare fra tutte le note della scala in un “glissando”.

Il GEN X-1 ha un altoparlante incorporato, un’uscita per il collegamento a una cuffia o a qualsiasi altro sistema di amplificazione, un controllo fine-tuning per accordare con precisione lo strumento con gli altri strumenti, e un ingresso line-in grazie al quale potrai utilizzare tutti gli effetti dello Stylophone (filtri, modulazioni, delay) su uno strumento esterno.

Inventato nel 1968, lo Stylophone è stato uno degli strumenti più venduti di tutti i tempi, con oltre 3 milioni di pezzi venduti fra gli anni ’60 e ’70 e un altro milione a partire dal suo rilancio nel 2007. Anche se il modello originale poteva essere considerato un “sintetizzatore giocattolo”, il modo originale con cui andava suonato, il suono classico da synth “puro” e le piccole dimensioni lo hanno reso popolare oltre che al pubblico anche fra i professionistici, diventando uno strumento di culto con appassionati anche fra i ranghi più elevati dell’industria musicale.

Nel 1969 David Bowie usò lo Stylophone nel brano ‘Space Oddity’ e la sua popolarità è schizzata alle stelle. In seguito molti artisti lo hanno usato nelle loro composizioni: Kraftwerk (“Pocket Calculator”), White Stripes (“Icky Thump”), ma anche Queen, Vangelis, Belle & Sebastian, Gorillaz, Gotya, Manic Street Preachers, Marilyn Manson, Moloko, Orbital, The Osmonds, Pulp, The Kaiser Chiefs, The Raconteurs… ci sono anche delle registrazioni in cui si sentono i Beatles mentre lo provano negli studi di Abbey Road!

La produzione è terminata nei primi anni ’80, ma nel 2003 Ben Jarvis, il figlio dell’inventore dello Stylophone, decise di riaprire l’azienda dopo aver sentito una trasmissione in cui David Bowie suonava lo Stylophone in diretta televisiva su un nuovo brano, e dichiarava che quello fosse “l’unico strumento che si portasse in vacanza per comporre”.